Paella de mariscos (con frutti di mare)

Ballo Flamenco
Ballerini di flamenco

La tua giornata è stata alquanto stressante e tu hai soltanto voglia di rilassarti prima di cadere tra le braccia di Morfeo, ma hai notato che tuo marito è tornato stanco da lavoro e hai l'impressione che stanotte finirai sicuramente in bianco. Niente paura! Prendilo per la gola. Ti propongo un afrodisiaco che renderà il tuo uomo spagnoleggiante e focoso come il flamenco gitano. Parola di Don Salvatore. ¡Mirar chica!


Paella coi frutti mare

Fare una buona "paella de pescado" richiede un paio di cose fondamentali: buon pesce e attenzione durante tutto il processo di cottura. Potete farla in casa senza alcuna difficoltà, a patto di avere gli ingredienti e seguire le istruzioni. Nessuna distrazione, mettete via quel cellulare mentre la preparate, o rischiate di bruciare tutto.
Usate una "padella per la paella", alcuni la conoscono con il nome di "paellera", ma alla fine è lo stesso. Se dovete comprarla, una da 32 cm. di diametro va più che bene, l'importante è che sia antiaderente e abbastanza alta, con i manici laterali grandi. Se non volete spendere soldi usate la padella che avete in casa, anche se il risultato non sarà proprio lo stesso.

Paella coi frutti di mare
Paella de mariscos

Ingredienti per 4-6 persone

2 ciotole di riso (varietà Bomba o Redondo)
4 tazze di brodo di gamberi
½ kg di calamari
½ kg di gamberi freschi
1 manciata di  vongole e cozze fresche
1 cipolla
1 pomodoro medio
½ peperone rosso o giallo
2 spicchi d'aglio
1 mazzetto di foglie di prezzemolo fresco
Olio d'oliva
Sale
Pepe
Zafferano in fili

Preparazione

Staccate la testa dal resto dei gamberi. Pulite e sgusciate i gamberi. Usate i gusci e la testa per fare il brodo. Mettete da parte.
Pulite anche i calamari e tagliateli ad anello.
Sciacquate anche le vongole più volte con acqua corrente per sciogliere eventuali residui di sabbia.
Pulite le cozze attenendovi scrupolosamente a questa procedura sulla pulizia per prevenire rischi alimentari.

In una padella per paella da 32 cm. di diametro o in una padella molto ampia e profonda, soffriggete la cipolla, l'aglio, il peperone e il pomodoro tritati a quadretti in olio d'oliva. Aggiungere un po' di pepe e sale.
Mettete i calamari e poi le vongole e le cozze. Fateli cuocere per qualche minuto. Vedrete che si comincia a fare un brodo.
Aggiungete le due ciotole di riso del tipo Bomba o Redondo, usati dagli spagnoli per preparare la paella, e mescolare per amalgamare il tutto. Quindi aggiungere quattro (4) tazze del brodo di gamberi che avete preparato in precedenza. Se non ne avete preparato abbastanza completate con l'acqua. Mescolate bene. Aggiungete i fili di zafferano e fate bollire per circa tre minuti.

Anche se la paella è ancora liquida, aggiungete i gamberi e il prezzemolo precedentemente tritato molto finemente. Controllate sale e pepe e aggiungete se necessario.
Lasciate cuocere fino a quando il liquido non si sarà quasi del tutto asciugato. A questo punto potete mettere delle striscioline di peperone per decorare e dei gamberi con tutto il guscio.

Abbassate il fuoco e coprite con un coperchio di vetro trasparente
Lasciar cuocere per 15 minuti e assaggiare il riso. Se è pronta, togliete dal fuoco e servite la vostra paella di mare con un filo d'olio d'oliva sopra per darle ancora più sapore. Olè!

Il consiglio di Don Salvatore: i gamberi devono essere freschi e avere il guscio e la testa, perché vi serviranno per fare uno degli ingredienti chiave di questa paella di mare: il brodo che utilizzerete per cuocere il riso. Questo liquido è importante quanto gli altri ingredienti. In questo link spiego come fare il brodo di gamberi.
Il caratteristico colore della paella di mare è tradizionalmente dato dall'aggiunta di qualche filo di zafferano.
I frutti di mare da utilizzare nella preparazione di questo piatto possono variare, non è necessario utilizzare quelli che indico in questa ricetta. A seconda della disponibilità nella vostra regione, usate l'una o l'altra cosa. Quello che vi consiglio però è di includere sempre gamberi o scampi.
Se avete la possibilità di metterci dentro pezzi di granchio, non esitate, fatelo! La quantità di sapore che si ricava è impressionante, inoltre la vostra paella di pescato sembrerà spettacolare. Se li utilizzate, aggiungeteli insieme ai calamari e ai carapaci durante la cottura.
Al momento di servirlo nel piatto, alcune persone versano una spruzzata di sherry e altre invece usano spruzzare il limone. Il più consigliato è l'olio d'oliva, nel mio caso lo metto indiscriminatamente, ma io sono io.

È importante ricordare che la paella di mariscos e la paella valenciana sono molto diverse tra loro.

 

Vini consigliati:

Anche se molti italiani sono abituati per default ad abbinare a questo piatto la Sangriaun mix di vino rosso aromatizzato con zucchero e frutta fresca, io consiglio vini più strutturati che si abbinano bene ai sapori mediterranei della paella di mare. Come il Vipava del 1894, il Vermentino di Sardegna, lo Chateau d'Arche Bordeaux Blanc o il Franciacorta DOCG Brut.

 

Logo le esperienze di Don Salvatore
Condividi su Google Plus

About DonSalvatore

    Commenti di Google
    Commenti di Facebook

0 comments:

Posta un commento

Commenta questo post. Il tuo commento sarà reso visibile dopo la verifica.

Commenti recenti